Giuseppe De Fuoco non va per il sottile e si aggiudica il primo round insieme alla pole position. Alle sue spalle doppio podio per l’accoppiata BlueBolt SaracinoDi Loreto.

Qualifica

La qualifica, disputatasi in una sessione unica, è dominata dalla Musto Racing. La prima fila è infatti conquistata da De Fuoco (1.31.611) e Valeriano (1.31.760). Più distaccati alle loro spalle Saracino (1.31.982) e Di Loreto (1.32.419). Partendo da quest’ultimo si segnalano ben 16 piloti in poco più di un secondo. A ulteriore conferma del generale equilibrio di questo campionato basti pensare che un tempo di 3 secondi più lento rispetto alla pole non sarebbe bastato nemmeno per qualificarsi in trentunesima posizione.

Partenza lanciata

In partenza non si verificano particolari contatti o sorpassi, anche grazie alla procedura adottata, che prevede un giro di lancio col limitatore inserito, per poi avere il green flag in uscita dall’ultima curva.
Dobbiamo però registrare il primo ritiro del campionato: sfortunato protagonista è Stefano Zanrosso, a causa di una perdita di controllo alla prima curva e del fortissimo impatto con le barriere seguente.
L’equilibrio si rompe al 6° giro quando Saracino ha la meglio su Valeriano con un incrocio di traiettoria dopo il rettilineo che dà inizio al secondo settore. I due arrivano anche al contatto, ma la Direzione Gara non ritiene necessario prendere provvedimenti.

De Fuoco in fuga?

Liberatosi di Valeriano, Saracino comincia un duello a distanza con De Fuoco, mostrando di poter avere il passo per avvicinarsi. La top 5 dice ora De Fuoco, Saracino, Valeriano, Di Loreto, Molle. Boschetti in sesta posizione precede un gruppetto formato da Cavaciuti, Pagoto e Spinelli che ci regala una bellissima battaglia fra il 12° e il 14° giro, dalla quale esce vincitore Pagoto.
Se parliamo di spettacolo non possiamo poi non nominare Luca Mobilio: partito 36°, si trova adesso 16° a pochi giri dal pit-stop obbligatorio per il cambio delle gomme.

Perdiamo un protagonista

Prima della sosta ai box si delinea una sorta di gruppetto di testa con un passo molto superiore rispetto agli altri piloti. Vi basti sapere che il distacco fra Di Loreto e Molle arriva a toccare i 17.5 secondi.
Tuttavia il cambio gomme si rivela fatale per uno dei quattro. Valeriano infatti dimentica di rimuovere la riparazione dei danni, riportati probabilmente dopo il contatto con Saracino, e perde quasi un giro fermo sulla sua piazzola.
Per fortuna nessun’altro ha problemi ai box e le posizioni di testa sembrano assestarsi e rimanere tali fino a fine gara.
A tenere alto l’interesse per la diretta di Pitlane TV ci pensano Molle e Pagoto, con il primo che riesce a difendere la quarta posizione con le unghie e con i denti grazie alla sua grandissima esperienza.

Risultati finali e prossimo appuntamento

Vince dunque De Fuoco dopo una gara in controllo davanti a Saracino e Di Loreto. Alle loro spalle Molle vince il duello con Pagoto. 6° posto per Alessio Spinelli, a completare la top 10 ci pensano Cavaciuti, Morante, Valeriano e Zitiello.
Ora il campionato si sposterà all’Hungaroring Martedì sera con la prima delle gare sprint in calendario (format a due manche).
Appuntamento, come sempre, su Pitlane TV alle ore 21.30, non mancate!

About author
Valerio Ferraris

Valerio Ferraris

Membro della Direzione Gara e articolista su e-Racing Series. Pilota per il team Racing Mood Sim.

Your email address will not be published. Required fields are marked *