Benvenuti nell’angolo riservato ai veri protagonisti del Blancpain GT Series by e-RacingSeries.com, i piloti! Dopo ogni Round ecco per voi le parole di tre protagonisti.

Dopo i definitivi risultati per mano della ferrea DG by e-RacingSeries in merito alle due gare di Misano, spazio ai piloti e alle loro parole su quanto è successo. La nostra attenzione si concentrerà maggiormente sulle posizioni vertice; Michele Chesini e Danilo Santoro portano a casa le due vittorie mentre il Team GTWR con Fabio Diana e Roberto Scorpati fa il resto del podio. Fabio nonostante il pasticcio di Main Race 2 è sembrato tra i due compagni di squadra quello un poco più veloce; sicuri di avere ancora occasione di ascoltare Roberto, ascolteremo oggi la voce di Diana.

Il pilota su Lamborghini Huracan GT3 risulta il migliore dopo le prime due gare di Misano; fondamentale la vittoria in Main Race, preceduta dal 3zo posto in Sprint Race.

DANILO SANTORO, Stealth Race

Danilo, dopo il round sull’Adriatico ne esci sopra a tutti! La vittoria nella gara principale potrebbe essere sembrata facile e un regalo degli avversari ma ti sei fatto trovare pronto e hai resistito con tenacia fino alla fine su Scorpati e Chesini, senza dimenticare il podio in Gara 1. Come analizzi le tue due gare?
Sapevo fin dall’inizio che il campionato sarebbe stato difficile vista la partecipazione di piloti estremamente competitivi​ ma, con l’aiuto di tutto il team “dP Stealth Racing”, sono riuscito a prepararmi al meglio sia tecnicamente che psicologicamente. Il risultato del primo round è stato sicuramente oltre le aspettative anche per via della qualifica che, causa traffico intenso, non mi ha permesso di esprimermi al meglio; ma si sa, la gara poi è un’altra cosa e quindi sono soddisfatto dei risultati ottenuti.
In Gara 1, partendo quarto, sono riuscito a salire sul podio sfruttando le poche opportunità che ho avuto; in Gara 2 sono scattato dalla terza piazza e, anche a causa anche di qualche errore dei miei avversari, sono riuscito a prendere la testa della corsa, ma nel finale mi sono dovuto difendere dal ritorno di Chesini e Scorpati che ci hanno provato in tutti i modi.

Ora affronterai Monza con l’auto più zavorrata di tutti, 33 kg come i tuoi punti. In Brianza la Huracan dovrebbe cantare più di tutte ma cosa ti aspetti nell’affrontare punti lenti come le prime due varianti?
Sicuramente a Monza la zavorra si farà sentire ma, con l’ottimo motore lamborghini, cercherò di sfruttare le parti veloci della pista per compensare le zone lente. Sto lavorando parecchio su questo aspetto con tutto il team in modo da raccogliere più feedback possibili ma, non dimentichiamoci che dalla prossima gara potrò contare anche sul rientro di Daniele Pasquali.

Il driver su McLaren 650S GT3 si è mostrato il più veloce a Misano firmando pole e Sprint Race ma sprecando la Main Race si trova ora ad inseguire Santoro.

MICHELE CHESINI, Racing On3

Michele, imprendibile in qualifica e in gara! Era quasi tutto perfetto ma l’errore in Main Race che ti è costato il bis e la leadership, ora ammorbidito dal penalty a Scorpati, ti è costato caro. Cosa è successo?
Si, brucia ancora e mi è costato proprio caro! Purtroppo nel giro ho sbavato leggermente uscendo largo alla curva del Carro e, perdendo la concentrazione, sono andato a girarmi in un punto dove non avevo mai sbagliato nemmeno in practice. Peccato veramente anche perché non ero pressato. Errore gratuito, come quelli del tennis

Dopo quello che hai dimostrato a Misano parti forse favorito ma a Monza la zavorra potrebbe rallentarti. Come pensi di affrontare i 90’ del circuito brianzolo?
Mi dispiace smentirti, ma in quel di Monza non parto di certo come favorito, e non mi riferisco ai 30 kg di zavorra. La 650S ha un ottimo inserimento, una frenata eccellente e una stabilità non da meno delle prime 2 virtù, ma sicuramente il motore e la velocità di punto non sono tra le carte che può giocare. Inoltre consuma parecchio. Questi fattori ci faranno faticare sul tracciato brianzolo e su una gara di 90 minuti. Sarà fondamentale mettere assieme un buon giro di qualifica (sarà difficilissimo superare per noi) e passare indenni alla prima strettissima chicane. Se tutto ciò avverrà potremo (io e Muià) limitare i danni e impostare la gara su un ritmo almeno costante

Il pilota su Audi R8 LMS GT3 beneficia dei penalty altrui in Main Race e porta a casa punti preziosi dopo l’errore in pit lane; il suo passo era molto competitivo se non il migliore dopo Chesini.

FABIO DIANA, GTWR

Fabio, grande passo vicino a Chesini ma anche tu hai “rifiutato” la vittoria Main con un errore! Come ti sei trovato a Misano? Da fuori eri sembrato l’unico a poter contrastare la McLaren…
Riguardo a Misano devo dire che ,essendo la gara d’esordio, per me era tutto un’incognita. se devo dare collocazione al momento in cui ho capito di essere competitivo è stato il giorno prima. Ma riguardo al giocarmi la gara, l’ho realizzato solo in qualifica e soprattutto a gara iniziata. Peccato per gara 2, un errore banalissimo. Velocità eccessiva in pit lane, questo è proprio cercarsela la sfortuna

Con il compagno Scorpati hai ottenuto un bel risultato di team e a Monza non sarai proprio così pesante come quelli davanti; pensi di poter competere ancora per la vittoria o dovrai dare strada?
Riguardo a Monza ed alle zavorre credo che ,almeno per i piloti più in vista nel primo turno, queste ultime faranno poca differenza, troppo sottile la differenza di peso. Riguardo al me, penso sicuramente di combattere per la vittoria, che un po’ mi sono tolto da solo,allo stesso modo di Chesini. Le Lamborghini sono le favorite,ma non mi sento di partire sconfitto. Con il nostro team stiamo lavorando bene, e per me stare in lotta con Scorpa è già un ottimo segno.

Ringraziamo la disponibilità dei 3 piloti  e auguriamo a loro e a tutti gli altri drivers una grande gara a Monza martedì 26 settembre. Alla prossima!

Your email address will not be published. Required fields are marked *